Introduzione ai Gruppi Professionali

L’obiettivo primario, concreto per chiunque si trovi nella situazione
di volere o dovere trovare una nuova occasione lavorativa-professionale, o di puntare ad uno di sviluppo di carriera interno
richiede:
la capacità di valutare e individuare la presenza di potenziali opportunità collegate ad una seria autovalutazione di sé stessi, con una decisa proattività per “arrivare”, attraverso i colloqui di lavoro, a realtà che s’avvicinino agli obiettivi-attese predefinite.

Sapendo costruire un percorso, vista la complessità e l’articolazione dell’impegno, sintetizzabile nel:

  • riuscire a costruire un proprio profilo a 360° (dalle esperienze ai contenuti professionali, dalle attese di ruolo e d’interesse su prodotti-settorialità in ragione alle competenze possedute ed a quelle ricercate dalle aziende di settore, dalle motivazioni alle attese di crescita e d’indirizzo)
  • disporre di informazioni su intrecci e matching tra ruoli-competenze di settore o intersettoriali (data base)
  • accedere al maggior numero possibile di posizioni attive dell’intero iceberg (non solo quelle presenti sui portali specialistici)
  • riuscire a valutare e mettere a confronto il proprio profilo coi contenuti delle posizioni cui rivolgersi. Inviando il proprio CV.

Importante è l’attenta valutazione di se stessi in ragione al reale livello qualitativo delle proprie competenze, ai risultati realisticamente raggiunti, o, in alternativa, all’esser capaci di intravedere gli spazi evolutivi (crescita, trasversalità) nell’organizzazione d’appartenenza.
Come arrivare a definire, preparare, saper presentare un adeguato profilo professionale per promuovere la propria candidatura?

Impegno non facile che può trovare aiuto, e questa è la nostra iniziativa, anche nell’attenzione e disponibilità al confronto, al dialogo attivo con persone-professionisti “vicini” alle proprie attività professionali.

Noi proponiamo l’adesione e la partecipazione attiva a gruppi professionali specialistici. Una modalità per arrivare ad accumulare informazioni sugli aspetti professionali, sui possibili sviluppi di carriera, sull’identificazione di posizioni lavorative non “ufficiali”, su referenti aziendali e non (networking)

Sviluppo gruppi professionali

Tra le diverse strade per prepararsi ad un percorso di ricollocazione verso un ruolo oppure settore diverso, annoveriamo:

  • Un percorso di Career Counseling diretto alla persona (vedi)
  • Un analogo percorso a piccoli gruppi (max 10 persone) caratterizzato da un mix di attività di formazione e consulenza
  • L’acquisizione di indicazioni ed informazioni, necessarie per potersi “autocandidare”, da “raccogliere” grazie alla partecipazione in Gruppi professionali specialistici (Crowd Counseling)

Questa terza via vede la partecipazione attiva della persona-professionista a confronti aperti, in cui approfondire le proprie esperienze, allo scopo di trarne idee, indicazioni e spunti per sviluppare, in buona parte ed in autonomia, quanto già tracciato nel Career Counseling (vedi)

Gruppi specialistici (Crowd Counseling), con presenza di figure di manager e professionisti professionalmente omogenee (per competenze, settore, ruolo).

Allo scopo di conquistare quelle condizioni (chiarezza su contenuti e modalità di auto presentazione del proprio profilo professionale) necessarie per entrare in contatto (efficacemente) con le aziende target. Condizioni che solo pochi posseggono.

Condizioni continuamente migliorabili ed ampliabili grazie allo scambio di informazioni e consigli, che aiutano la persona a presentarsi (con i “giusti” contenuti, attese, obiettivi) in modo mirato e chiaro per l’azienda che leggerà/valuterà i contenuti rappresentati.

Sottolineamo la potenzialità informativa dei gruppi attivi e qualificati e coinvolgenti; dagli stessi nascono e si sviluppano forme di aiuto reciproco, con evidenza di preziose informazioni su sviluppi ed opportunità in “certe” aziende, di esigenze organizzative e relative possibili aperture di nuove posizioni. L’insieme delle info (allargate agli “andamenti e clima” di certe realtà, alle criticità latenti, ai possibili rischi prima di un nuovo “imbarco”), costituisce un database che è patrimonio di indicazioni e strumenti poi disponibili per i partecipanti attivi.

Tutte attività che vedono il nostro fattivo supporto basato sulle nostre esperienze maturate in diversi settori aziendali (per dimensione, comparto, prodotti, tecnologie) a contatto con direzioni aziendali, managers e profili professionali anche di altissimo livello; esperienze che ci consentono di affrontare situazioni organizzative e professionali di estrema varietà e complessità.