Category Archives: Discussioni

Attirare l’attenzione e l’interesse di chi non cerca un nuovo lavoro

By | Discussioni | No Comments

lavoro e occupazione

Una persona è soddisfatta del suo lavoro in ragione a:

  • al ruolo attuale ed ai “presenti-reali” spazi di crescita;
  • al settore in cui opera (per le tecnologie, l’organizzazione, le dimensioni, ecc…);
  • alle prospettive (reali) di crescita della sua azienda, con la relativa sicurezza-stabilità;
  • al compenso percepito (ed ai benefits)
  • alla collocazione geografica in cui opera (lui, l’azienda)
  • al “benessere” di cui gode in azienda. Lo star bene in azienda e per l’azienda.

Read More

Le numerose richieste di colloquio che ci pervengono. Come riuscire ad aderirvi?

By | Discussioni | 3 Comments

entrepreneur-593378_1280

Le numerose richieste di colloquio posso rifarsi a situazioni così riassumibili:

a) 5-8 richieste al giocondi colloquio, spesso molto interessanti, di profili lontani dalle selezioni attive/aperte  in quel momento

b) persone in buona parte indirizzate da società di Outplacement o da altre realtà coinvolte nelle Risorse Umane (consulenti, coach, ecc.)

c) professionisti con dichiarato (ed esplicitato) interesse ad essere aiutate/indirizzate verso aziende, ruoli target, “correlate” alle proprie skills

d) persone non completamente soddisfatte dell’aiuto ottenuto, ma molto interessate ad essere aiutate-indirizzate, in concreto, verso settori, aziende allineate al proprio profilo Read More

Presentarsi alle aziende: un esempio positivo

By | Discussioni | No Comments

Presentarsi alle aziende 

Presentarsi alle aziende

La qualificata autopresentazione di un Responsabile di divisione (laurea tecnica, 40 anni):

Gestione di oltre 20 diretti e di 30 indiretti (distributori, agenti), nel settore xxx, con un P&L di oltre 40 Mil €. L’incremento del fatturato degli ultimi due anni (da 3 a 8 Mil €), con buon incremento della marginalità.

Impegno continuo nella:
a) definizione di nuove strategie di commercializzazione,
b) lancio di un nuovo prodotto-macchinario fortemente innovativo (in un ruolo di coordinamento attivo e mirato sulle funzioni MKT e tecniche).

Riorganizzazione reparto assistenza tecnica – specialist, sviluppandone fatturato e qualità del servizio

Un rapido esempio, con l’incisiva esplicitazione di COSE FATTE, RISULTATI RAGGIUNTI (numeri, incrementi); la “risultante” della forte iniziativa, della spinta organizzativa, dell’attenzione ai numeri (razionalizzazione, riduzione costi, redditività) di questa persona.

Concretezza nell’azione, idee chiare, innovazione anche organizzativa, spinto dalla voglia di fare strada e mirare sempre più in alto. Caratteristiche poi riscontate nel colloquio.

Un ruolo-profilo, esempio di quanto ricercato dalle direzioni aziendali. Aziende in cui, viceversa, è spesso presente il tirare avanti, la non chiara evoluzione – prospettive (reali-vere) del mercato, la delega ad altri delle decisioni e dell’iniziativa.

Chi volesse inviare il proprio CV può cliccare qui

Gli “over 50”

By | Discussioni | No Comments

over 50 e lavoro

Gli “Over 50”, un problema drammatico, sottostimato, legato sia alle politiche aziendali di contenimento dei propri costi (fuori le figure oltre i 45-50 anni, meno professionalizzate, con inserimento di figure più giovani, meno costose, ma anche con meno esperienze), sia all’allontanamento dell’età pensionabile.

In certe giornate la percentuale dei CV over 50 ricevuti arriva al 60-70%. Ma le aziende perseguono nel non voler selezionare “figure anziane”. Ci sono e si potrebbero attivare forme contrattuali capaci di rallentare (procrastinare) l’uscita delle figure contraddistinte da esperienze decennali, da affiancare ai giovani nella loro crescita professionale-esperenziale. Vedi i modelli in Germania o altri Stati. Ne conoscete altri?

I giovani e il loro futuro professionale

By | Discussioni | No Comments

Giovani e lavoro. 

Contro la drammatica penuria e limitatezza di reali sbocchi lavorativo-professionali per i giovani laureati, può ben poco la legislazione e la nuova “contrattualistica” del governo. Dev’esserci un reale rilancio delle aziende in termini di investimenti, d’innovazione su nuovi prodotti, di convinte ed organizzate iniziative sull’export.

Prendiamo atto del gap tra il “come” formano scuole ed università e “quanto” richiesto, in termini di competenze e cultura, dalle aziende. Spesso incapaci e frustrate per non riuscire a trovare le risorse professionali a copertura dei posti di lavoro da ricoprire. Quali le competenze e le conoscenze più ricercate, mancanti? Quali giovani figure professionali, secondo voi, verranno maggiormente ricercate ed inserite nei prossimi anni?

entrepreneur-593361_1280

Placement, indirizzamento mirato a “certe” aziende

By | Discussioni | No Comments

Placement… Ci si arriva per conoscenze personali, per amicizia, sulla base del proprio network? Anche.

Fondamentali e determinanti il possesso o la vicinanza ai contenuti ed alle caratterizzazioni professionali ricercati dall’azienda, la vicinanza al ruolo o alle proprie esigenze organizzative e tecnico-tecnologiche.

Da individuare e presentare sinteticamente a “chi ti legge” attraverso un impegno, con la raccolta ed elaborazione di informazioni (acquisibili, non pronte, da elaborare, meglio se supportate da confronti professionali su contenuti, competenze, caratterizzazioni di settorialità). Vale per voi su di voi, vale verso il mondo delle aziende.

Il curriculum. La chiarezza nel sapersi “presentare”

By | Discussioni | No Comments

preparare il curriculum

Il curriculum. Occorre essere chiari e coincisi nel sapersi “presentare” e muoversi verso le opportunità lavorativo-professionali.

Alcune leve imprescindibili per preparare il curriculum: la chiara evidenza delle proprie caratteristiche professionali ed esperienziali (coi relativi risultati ed obiettivi raggiunti), l’esplicitazione delle proprie attese ed obiettivi professionali (ruolo, settore..), il sapersi confrontare con gli interlocutori (recruiters, aziende) conoscendone le esigenze d’indagine e le principali caratterizzazioni d’attività, possedere un quadro generale del mercato (aziende target, competitors, target retributivi in essere), uno stile proattivo, di curiosità, d’interesse ad un “certo” ruolo, settore, azienda.